martedì 5 giugno 2012

TORTA DI PADRE PIO

torta Padre Pio

Si tratta di una catena, ma una catena a cui non ho voluto rinunciare
L'impasto per cominciare il dolce l'ho ricevuto dalla mia mamma e poi anche io come lei, l'ho girato alle persone a me più care. 
Tutti abbiamo bisogno di un pò di "buono" e un bel augurio associato ad una buona torta è già un piccolo miracolo.

torta Padre Pio1

Inizia tutto la domenica..

domenica 1 giorno
Versare l'impasto che vi è stato dato in una terrina, aggiungere un bicchiere di zucchero, uno di farina e coprire. Non mescolare
lunedì 2 giorno
mescolare tutto e coprire
martedì 3 giorno
non toccare
mercoledì 4 giorno
non toccare
giovedì 5 giorno
aggiungere un bicchiere di zucchero, u no di farina, 1 di latte e coprire.
venerdì 6 giorno
mescolare tutto e coprire
sabato 7 giorno
non toccare
domenica 8 giorno
non toccare
lunedì 9 giorno
non toccare
martedì 10 giorno
togliere 3 bicchieri di impasto per 3 famiglie. Aggiungere al poco impasto rimasto 2 bicchieri di farina, 1 bicchiere di zuccher, 1 bicchiere di olio di semi, 1/2 bicchiere di olio di oliva, 1/2 bicchiere di latte, 100 gr di noci sbriciolate, 1 mela tagliata a pezzetti, 2 uova, 2 bustine di vanillina, 1 bustina di lievito, 1 pizzico di sale.
Versare l'impasto in una teglia e infornare a 180° per 40 minuti.

torta Padre Pio1

Vi assicuro che è buonissima !

Con questa torta speciale partecipo alla raccolta per la città della speranza, Tutte le info le trovare da: Dolcizie le mie dolci delizie, precisamente qui
l%albero goloso

Iscrivo questa ricetta nella categoria: TORTE.

34 commenti:

  1. favolosa ricetta! ti va di postarla sul mio contest
    http://dolcizie.blogspot.it/2012/04/lalbero-goloso-una-dolce-raccolta.html
    ne sarei felice
    ciao
    samaf

    RispondiElimina
  2. L'ho fatta qualche anno fa. Mi aveva passato il famoso bicchiere per iniziare una mia amica. E' così curioso il procedimento, ero anche un po' perplessa. Però la torta è davvero buona :) Un bacio, buona serata

    RispondiElimina
  3. Ciao, anche io l'avevo fatta un paio di anni fa; alla fine mi erano restati 2 bicchierini di impasto che non sapevo a chi dare e li ho usati di nuovo io; comunque buonissima! Chissà se viene anche mettendo tutti gli ingredienti insieme in una sola volta ... Buona giornata.

    RispondiElimina
  4. Buongiorno cara Ale,conosco bene questa torta buonissima.L'ho preparata diverso tempo fa,a me il primo impasto fu regalato dalla zia devotissima e ci lasciò sorpresi la bontà di questo dolce,anche perchè eravamo un pò scettici!!La rifarò con piacere,un bacio carissima!!

    RispondiElimina
  5. sono sicura che è buonissima..interessante la preparazione!

    RispondiElimina
  6. La conosco, da noi si chiama: dolce Tedesco dell'amicizia, l'ho avuto per un pò, poi per gli impegni sportivi che mi portavano fuori casa ho dovuto dare in adozione l'impasto, magari lo ritrovassi un bicchierino...bacione.

    RispondiElimina
  7. Avevo già letto in qualche altro blog di questa torta. Il procedimento è davvero interessante. E dall'aspetto deve essere anche buonissima.

    RispondiElimina
  8. questa torta l'ho fatta anch'io tantissimi anni fa ed è buonissima....solo me la sognavo la notte!!!!!Avevo paura di dimenticarmi sempre di qualcosa....bacioni!

    RispondiElimina
  9. e'buonissimissima.......l'ho fatta anch'io , e poi e' tipo magica , a me mi sa tanto di misterioso , che si realizzi in cosi' tanti giorni , e ti chiedi come sia possibile , pero' e' cosi' , e ' stra buona , ti devo dire che mi e' venuta una fame pazzesca a leggere tutte le tue ricettine , davvero buonissime ,e bellissime , mi son o iscritta , se vuoi puoi iscriverti anche tu ai miei blog :
    http://lealidiunafarfallasognatrice.blogspot.com
    e
    http://favolosamentedonna.blogspot.com
    ciaoooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  10. Ne ho sentito parlare... Chissà se arriverà mai alla mia porta.... Ti auguro porti tanta serenità e salute sempre che son due cose fondamentali di cui tutti ne abbiamo bisogno :)

    RispondiElimina
  11. Che torta particolare, ma il risultato dev'essere davvero ottimo!

    RispondiElimina
  12. particolarissima, dev'essere anche una goduria!

    volevo farti i complimenti per il blog, l'ho scoperto da poco per caso ma ho già sbirciato altre tue ricette, tutte bellissime! brava! mi sono anche aggiunta ai lettori fissi :)
    da pochissimo ne ho uno anch'io, passa a visitarlo se ti va!
    a presto,
    Michela

    RispondiElimina
  13. ciao Ale! Tutto bene? Non ti vedevo da un po' e in effetti è così ;)
    La torta di cui sopra l'avevano data anche a mie e devo divere che però la procedura non era questa e non mi convinceva per nulla: si dava agli amici una parte di impasto che conteneva anche dell'uovo e la cosa mi pareva un po' pericolora. Questo invece è un po' come un lievito madre.
    Bella!
    Un abbraccio a presto!

    RispondiElimina
  14. buonissima questa torta l'ho fatta anch'io una volta, brava!

    RispondiElimina
  15. complimenti per il tuo blog,davvero interessante!Mi sono soffermata sulla torta padre PIO non lo mai fatto,devo provarla!Da oggi ci sono anch'io tra i tuoi lettori.Se ti va passa a trovarmi,mi farebbe molto piacere!

    RispondiElimina
  16. wow che bel blog,ne avevo sentito parlare di questa torta ma non l'ho mai fatta,ha un aspetto delizioso,mi aggiungo anche io ai tuoi lettori,buona serata :-)
    (le cose belle della vita)

    RispondiElimina
  17. E' buonissimo questa torta!! speriamo che qualcuno mi reinserisca nella catena, perchè è davvero davvero buona!!!

    RispondiElimina
  18. Ciao^__^ io la sto preparando proprio in questi giorni ..sono nel cuneese se qualcuno la vuole ..due bicchieri non sono ancora stati destinati. Ambra

    RispondiElimina
  19. Ciao^__^ io la sto preparando proprio in questi giorni ..sono nel cuneese se qualcuno la vuole ..due bicchieri non sono ancora stati destinati. Ambra

    RispondiElimina
  20. mi chiedevo, ma l'impasto iniziale con dentro anche il latte non va a male dopo tanto tempo????
    Fatemi sapere ho due bimbe e non vorrei avvelenarle :-)
    Luciana

    RispondiElimina
  21. Anche'io volevo sapere del latte. Ho incontrato una cuoca che mi ha allarmata sulla fermentazione che l'impasto subisce a causa dello sviluppo di batteri. Non so' se farlo mangiare ai miei figli!

    RispondiElimina
  22. Io faccio la torta di Padre Pio già da un anno e tre mesi donando ogni 2 settimane circa l'impasto a parenti e amici e colleghi. Molti mi dicono che stanno addirittura meglio da quando la mangiano periodicamente. Ognuno apporta anche delle piccole modifiche come l'aggiunta di un cucchiaio di liquore al rum oppure la scorza di mandarini non trattati più il succo che la fa diventare superba. L'ho provata persino con il cioccolato. Insomma ormai fa parte della dieta di tutta la famiglia. Mi è persino capitato di dimenticarla per qualche giorno senza per questo rovinare l'impasto. Penso che a poco a poco riempirò tutta la città.... Alle amiche più svogliate dono l'impasto con la ricetta della torta del 10° giorno così la realizzano subito e non si confondono. Insomma va bene proprio per tutti. :-)

    RispondiElimina
  23. l'ho appena sfornata... ed è deliziosa!
    Anche io avevo remore sul latte a temperatura ambiente, ma poi ho pensato che 180° per 40 minuti sterilizzano tutto... magari non assaggio l'impasto crudo come piace fare a me....
    bella l'idea di tenere un bicchiere per sè e rifarla con variazioni.... ci penso!
    Grazie a tutti dei consigli

    Luisa

    RispondiElimina
  24. Grazie, ho appena ricevuto la porzione di impasto per iniziare dopo aver assaggiato la meravigliosa torta che ha fatto la mia amica. Quello che passa, insieme all'impasto, è l'intenzione di condividere, quindi amore.

    RispondiElimina
  25. mi puoi rispondere per favore posso iniziare io a fare la torta senza aver ricevuto il bicchiere di impasto? Sono Rosaria e scrivo dalla provincia di Caserta

    RispondiElimina
  26. è BUONISSIMA, MI HA REGALATO IL VASETTO DELL' IMPASTO UNA MIA VICINA DI CASA MA LA RIFARO' SENZ'ALTRO AL PIU' PRESTO

    RispondiElimina
  27. Oggi ho appena ricevuto il vasetto per l impasto(torta di Padre Pio) sará buonissima!!! Jess

    RispondiElimina
  28. Ciao l'ho appena sfornata. E' stupefacente ho lasciato tutto lì in cucina sul ripiano per una settimana e niente non ammuffisce, non puzza nonostante siamo in piena estate. Appare rustica e rude all'aspetto ma il profumo e il sapore pervadono tutta la casa. ricorda proprio Padre Pio!
    tanta dolcezza e pace a tutti

    RispondiElimina
  29. ma se il 10 giorno è un martedì e vengono tolti i bicchierini da regalare... fino alla domenica, giorno in cui bisognerebbe iniziare il ciclo, cosa si fa coi bicchierini? rimangono lì ad aspettare che sia domenica? Daniela

    RispondiElimina
  30. ciao la settimana scorsa ho ricevuto il famoso bicchiere con l'impasto.Mai sentito parlare di sto' dolce
    sinceramente non amo queste "catene" e dopo aver letto le istruzioni ho cestinato tutto all'istante.impasto da tener fuori dal frigo,con latte che fermenta..no grazie non vorrei essere inondata da batteri-Povero Padre Pio...

    RispondiElimina
  31. In l'ho fatta,ed ho donato i bicchieri..
    Cmq non và a male,perché il latte è solamente un bicchiere,e l'odore non si altera affatto..

    RispondiElimina

Se vorrete lasciare un parere, sarò lieta di leggerlo. Per chi non è registrato, basta semplicemente posizionarsi su anonimo, scrivere il commento e non dimenticate la firma ! Ale

Related Posts with Thumbnails